Il gelato a merenda non ingrassa

da , il

    Il gelato torna a essere argomento di discussione. Fa ingrassare, alza il colesterolo. È meglio evitarlo se si hanno problemi di linea… Oggi vogliamo però illustravi una posizione totalmente opposta. Quella della dottoressa Loredana Torrisi, dietista dell`Istituto di Medicina dello Sport del Coni che, in collaborazione con l`Istituto del gelato italiano (Igi), ha elaborato delle tabelle dietetiche che insegnano a integrare il gelato coi pasti.

    E’ una merenda genuina, facile da digerire, nutre e fa bene. Insomma, il gelato non deve essere eliminato dalla dieta, basta solo capire quante calorie abbiamo a disposizione. Lo si può mangiare a colazione (è ricco di latte) con della frutta (2 palline, una pesca sciroppata e 2 biscotti equivalgono a 230 kcal ovvero il 20% del fabbisogno energetico).

    Non va molto bene sostituire i pasti col gelato, quello certo non aiuta un’alimentazione corretta, ma a metà pomeriggio possiamo mangiarlo. Intanto perché contribuisce a reintegrare i liquidi. Se abbiamo pranzato in modo pesante, optiamo per un semplice sorbetto, se invece vogliamo qualcosa di più sostanzioso dobbiamo tenere presente che è meglio non superare mai le 250 calorie. Per avere un’idea: un cono di dimensioni normali alla stracciatella contiene circa 230 calorie.

    Non dobbiamo avere grossi rimorsi se ci concediamo qualche piccolo piacere. Meglio un gelato, sano e nutriente, che pasticciare con patatine fritte o 50 grammi di taralli.