Intolleranze alimentari: il test kinesiologico

da , il

    Purtroppo le intolleranze alimentari sono un disturbo sempre più diffuso, soprattutto tra i giovani. Spesso non sappiamo neppure di avere questo problema, magari siamo un po’ depressi, ci lamentiamo per un gonfiore addominale terribile (che può essere confuso anche con altro) e la continua sensazione di pesantezza. I medici consigliano di eliminare gradatamente alcuni elementi e verificare se ci sono miglioramenti evidenti oppure sottoporsi a test. Oggi, vorrei segnalarvi il test kinesiologico, molto utile per identificare le intolleranze. Qualcuno di voi lo ha già provato?

    Il test kinesiologico per le intolleranze alimentari si basa sulla rilevazione della variazione del tono muscolare, quando il soggetto viene in contatto con cibi intolleranti. È un riflesso tipico dell’organismo umano, documentato scientificamente, che sta alla base della kinesiologia: la modificazione dello sforzo muscolare in presenza di ipersensibilità.

    Il test kinesiologico comprende 245 alimenti, compresi coloranti, conservanti e fibre tessili e dura 1 ora e mezza circa. E’ adatto anche ai bambini a cominciare dal 4-5 anni di età, se il bimbo è collaborante.