La colazione per combattere la cellulite

Contro la cellulite, la colazione è importante. Il primo pasto della giornata è fondamentale per stare meglio fin da subito, sentendosi leggere e al tempo stesso in forma: al bando alimenti pesanti e troppo zuccherati e via libera a proteine e frutta. Scopriamo insieme la colazione anticellulite per combatterla a tavola

da , il

    La colazione per combattere la cellulite

    Contro la pelle a buccia d’arancia, la dieta anticellulite può davvero aiutare a ritrovare la giusta forma e a liberarsi dei liquidi e chili in eccesso. Per iniziare nel migliore dei modi a contrastare questo inestetismo, anche la colazione per combattere la cellulite è fondamentale. Spesso questo primo pasto è visto come uno scoglio da quelle persone che vogliono combattere la cellulite, perché temono che richieda troppo tempo per essere preparata o -peggio- che si debba saltare per perdere efficacemente peso: non c’è errore peggiore che iniziare la giornata nel modo sbagliato a tavola! Vediamo allora insieme come preparare una giusta colazione anticellulite e quali sono cibi consigliati.

    L’importanza della colazione contro la cellulite

    La colazione è il pasto più importante della giornata, specialmente quando si combatte la cellulite. Spesso infatti tendiamo a ingerire grandi quantità di biscotti, dolci e zuccheri in generale che causano il tanto temuto “picco glicemico”: ci si sentirà molto sazi ma per poco tempo e il corpo risponderà all’aumento improvviso della glicemia nel sangue producendo insulina.

    Quest’ormone agisce -in sostanza- trasformando gli zuccheri in trigliceridi, cioè in grassi, che si andranno quindi ad accumulare nel corpo. Una colazione sbagliata, quindi, è il primo passo per soffrire di cellulite e pelle a buccia d’arancia, nonché di sovrappeso. Meglio optare per un pasto più leggero!

    La colazione ideale anticellulite

    La perfetta colazione contro la cellulite sarà improntata a fornire i giusti nutrienti per iniziare la giornata con quanta più energia possibile, senza però causare il già nominato e dannoso picco glicemico. Bisognerà includere un alimento a scelta di ogni gruppo alimentare qui riportato:

    1. Latte: un bicchiere di latte di riso o di cocco, oppure di soia. Evitare il latte vaccino.
    2. Frutta: al posto dei cereali raffinati (come pane, muesli -spesso zuccherato- e fette biscottate) mangiate frutta a volontà, ovviamente meglio se di stagione. Se proprio non riuscite a non mangiare carboidrati, allora preferite una fetta biscottata integrale con mezzo cucchiaino di miele.
    3. Proteine: inserite una fonte proteica, come un uovo o una fetta di prosciutto cotto sgrassato.
    4. Grassi sani: aggiungete anche una fonte di grassi “buoni” come frutta secca, una fettina di avocado o di cocco.
    5. Bevanda: libera scelta tra the e caffè, non zuccherati o zuccherati con stevia.