La dieta che fa bene al cervello

Una dieta che fa bene anche al cervello? Forse ora è possibile. Lo studio è stato condotto su topi da laboratorio e i risultati sono stati soddisfacenti: una dieta ricca di polifenoli e di acidi grassi polinsaturi potrebbe dare una scossa alle cellule staminali cerebrali, moltiplicando i neuroni e diminuendo i danni dell’invecchiamento

Pubblicato da Francesca Bottini Venerdì 8 gennaio 2010

La dieta che fa bene al cervello

Una dieta che fa bene anche al cervello? Forse ora è possibile. Lo studio è stato condotto su topi da laboratorio e i risultati sono stati soddisfacenti: una dieta ricca di polifenoli e di acidi grassi polinsaturi potrebbe dare una scossa alle cellule staminali cerebrali, moltiplicando i neuroni e diminuendo i danni dell’invecchiamento. Lo studio è stato pubblicato dal Journal of Alzheimer’s Disease, e ovviamente dovà ancora essere sperimentato per molto tempo prima di poter dare delle risposte sicure e definitive. I polifenoli si trovano in frutta e verdura, frutta secca, tè, vino, olio d’oliva; gli acidi grassi polinsaturi invece, nel pesce, soia o zucche).

I ricercatori dell’Università Autonoma di Barcellona hanno quindi sperimentato un mix di questi elementi per provare la loro azione benefica ed anti invecchiamento sul cervello.

Tutto questo perché un’azienda iberica, La Morella Nuts, ha creato una «crema» composta da frutta e noci disidratate, cocco, oli vegetali e farine ricche di fibre in grado di ridurre il colesterolo e ipertensione.

Insomma, in futuro una dieta potrà curare i disagi dell’invecchiamento o malattie come l’Alzheimer?

Pare proprio di si, attendiamo fiduciosi nuove rivelazioni dalle successive sperimentazioni.