La dieta del dottor Migliaccio per perdere peso

Per perdere peso si possono seguire i consigli del dottor Migliaccio. Propone tre giorni di semi-digiuno per depurarsi ed eliminare le tossine.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 10 giugno 2011

La dieta del dottor Migliaccio per perdere peso

La dieta del dottor Migliaccio è perfetta per perdere peso in poco tempo, soprattutto se il vostro obiettivo è arrivare alla prova costume con una linea davvero invidiabile. La prima cosa che vorrei dire è di non credere alle favole. I regimi alimentari non fanno miracoli, ma possono aiutare. Bisogna comunque dare al proprio metabolismo il tempo di abituarsi a un nuovo ritmo. La dieta che proponiamo oggi dura tre giorni e serve per accelerare il metabolismo, diminuendo i carboidrati in eccesso e aumentando, invece, fibre e proteine. Inoltre, bisogna ricordarsi una regola: per perdere peso è fondamentale ingurgitare meno calorie, soprattutto durante una dieta dimagrante.

È inutile mangiare dieci biscotti da 60 calorie l’uno e poi saltare il pranzo. Usare sempre la testa. Secondo Pietro Antonio Migliaccio, presidente della Società italiana di Scienza dell’alimentazione, è utile praticare un giorno di digiuno o comunque una dieta a base di frutta e verdura. Vediamo insieme come organizzare i tre giorni di regime.

Primo giorno: dovete assumere 700 grammi di frutta divisi in tre pasti. Dovete resistere così 24 ore. Poi ci sono altri due giorni di dieta, abbastanza ridotta, da 850 calorie. A colazione è ammesso una tazza di tè con un cucchiaino di zucchero e due fette biscottate con la marmellata. A pranzo, invece, potete mangiare o una scatoletta di tonno all’olio d’oliva sgocciolato da 80 grammi o la stessa dose di formaggio o un hamburger ai ferri.

Infine, per cena 130 grammi a scelta di pesce o carne con un contorno di verdure (non c’è limite alla quantità). Dopo questi tre giorni, siete pronte a iniziare un regime ipocalorico magari tra le 1200 e le 1400 calorie e perdere peso in tempo per andare al mare.