La dieta del pomodoro: 2 chili in una settimana

Il pomodoro è ricco di vitamine, potassio e sali minerali. E' dunque perfetto per perdere peso in pochi giorni conservando comunque le forze e le energie anche in estate. Inoltre è alla base di molti piatti mediterannei, come primi e secondi

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 6 agosto 2010

Il pomodoro è uno degli alimenti base delle dieta mediterranea. Lo usiamo in tutte le “salse”, per fare i sughi per la pesta, per cucinare la carne, come contorno, come base per una zuppa, crudi, cotti o scottati. È dolce e succoso, certo chi soffre di gastrite dovrebbe evitare per crea acidità. Una dieta a base di pomodoro della durata circa di una settimana vi potrebbe far perdere circa due chili ed è perfetta in estate per integra Sali minerali, vitamine ed ha un’azione antiage. Inoltre, il pomodoro è un ortaggio poco calorico perché ne contiene circa 19 ogni 100 grammi: perfetto come protagonista di una regime per dimagrire.
Tra l’altro alla base del pomodoro c’è tanta vitamina C, fattore indispensabile per mantenersi giovani e per tutelare i danni al collagene. Poi è molto utile se avete problemi circolatori (ricordate la teoria dei frutti rossi), infatti il suo colore brillante è dato da beta-carotene.

Una giornata tipo dovrebbe essere (scegliete un piatto solo):

colazione: tazza di tè con biscotti o una tazza di latte scremato.

Spuntino: un frutto o una spremuta di agrumi.

Pranzo: pomodori gratinati al forno, insalata di pomodori con olive nere e un panino di soia, oppure pomodori marinati con pane toscano. E un frutto.

Spuntino: uno yogurt bianco o un frutto

Cena: un secondo di carne bianca come un fetta di carne grigliata o del prosciutto crudo magro. A fine pasto una porzione di frutta.