La dieta per combattere i malesseri tipici delle donne

Cefalee, gastralgie, stitichezza, insonnia, irritabilità', ritenzione idrica sono i malesseri tipici delle donne per i quali troppo spesso si ricorre a farmaci e rimedi d’emergenza. Anche la dieta prò può essere uno strumento validissimo per controllare questi sintomi.

Pubblicato da Francesca Bottini Venerdì 30 aprile 2010

Cefalee, gastralgie, stitichezza, insonnia, irritabilità, ritenzione idrica sono i malesseri tipici delle donne per i quali troppo spesso si ricorre a farmaci e rimedi d’emergenza. Anche la dieta prò può essere uno strumento validissimo per controllare questi sintomi. Ovviamente la dieta prescritta deve essere personalizzata e mirata alla paziente con una valutazione funzionale degli organi e delle oscillazioni degli ormoni. Tutte queste indicazioni le trovate nel libro “Gli ormoni sessuali e la dieta”, scritto da Anna d’Eugenio ed edito da Adda.

La dottoressa d’Eugenio è direttore scientifico della Associazione Spes-alfa, Scienza Prevenzione Educazione alla Salute attraverso l’Alimentazione: nel libro parla degli obiettivi raggiunti grazie a più di 1000 trattamenti in questo campo delle donne.

La dieta per la dottoressa non può essere un mero calcolo di calorie, BMI, peso e altezza ma deve essere strettamente legata ad ognuna di noi e la nostro corpo che è sempre influenzato dagli ormoni.

Gli ormoni che interagiscono con i vari organi danno risposte concrete si cui i medici possono basarsi per stilare un programma nutrizionale valido.