La dieta per prevenire i calcoli renali

Eric Taylor, medico del Maine Medical Center, negli Stati Uniti, ha compiuto uno studio molto importante e per qualche verso rivoluzionario: capire come e se l’alimentazione influenzi la comparsa di calcoli renali. La scoperta è un po’ scontata ma sempre valida: gli alleati per prevenire l’insorgenza dei calcoli renali sono frutta e verdura.

Pubblicato da Francesca Bottini Martedì 29 settembre 2009

Eric Taylor, medico del Maine Medical Center, negli Stati Uniti, ha compiuto uno studio molto importante e per qualche verso rivoluzionario: capire come e se l’alimentazione influenzi la comparsa di calcoli renali. La scoperta è un po’ scontata ma sempre valida: gli alleati per prevenire l’insorgenza dei calcoli renali sono frutta e verdura.

Lo studioso ha analizzato tre importantissime ricerche condotte negli ultimi anni negli Stati Uniti: l’Health Professionals Follow-up Study (dove sono stati coinvolti 45 mila uomini), il Nurses’ Health Study (circa 95 mila donne) e il Nurses’ Health Study II (oltre 100 mila donne).

In tutte queste ricerche i pazienti sono stati seguiti per almeno 14 anni e Taylor ha assegnato un punteggio ad ogni partecipante basandosi sull’introito di otto componenti della dieta DASH (Dietary Approach to Stop Hypertension),

Chi si era attenuto maggiormente ai principi della dieta DASH sviluppava una maggiore quantità di calcio, potassio, magnesio e vitamina C e riduceva al minimo la possibile comparsa di calcoli renali.

Un dieta ricca di verdura e povera di sale e carne sarebbe quindi il segreto per prevenire questo fastidiosi disturbo. Con una raccomandazione d’oro: bere un bicchiere d’acqua la mattina appena svegli.

La ricerca è stata pubblicata sul Journal of the American Society of Nephrology, dove Taylor specifica: «Molte terapie per trattare i calcoli renali hanno spiacevoli effetti collaterali: questi dati indicano che adottare una dieta simile alla DASH potrebbe essere una valida alternativa».