La moda del menu immunitario

Ecco una nuova moda arrivare direttamente dagli Stati Uniti: la dieta immunitaria. Di cosa si tratta? Semplicemente di poroporre piatti sani e salutari e renderli ancora più healty con l'aggiunta di erbe e spezie, ottime per il nostro organismo.

Pubblicato da Francesca Bottini Lunedì 28 settembre 2009

Ecco una nuova moda arrivare direttamente dagli Stati Uniti: la dieta immunitaria. Di cosa si tratta? Semplicemente di poroporre piatti sani e salutari e renderli ancora più healty con l’aggiunta di erbe e spezie, ottime per il nostro organismo.

L’idea, che di geniale ha ben poco, arriva dagli Stati Uniti dove da Beverly Hills a Melrose Avenue i ristoranti che propongono questi menu sono tantissimi. Questa modaderiva dal functional food e si basa sull’assunzione quotidiana di vitamine e di antiossidanti fondamentali per il sistema immunitario.

Tutto è partita dal ristorante vietnamita “Crustacean“, con il suo piatto forte Buddha Roll, a base di funghi shiitake (che contiene ferro e Vitamina C), ma anche la tartare di salmone selvatico (che contiene Omega 3, selenio e Vitamine A e C contenute nei cetrioli di contorno).

Approvazione anche da parte dei medici; Michael Starnbach, professore di microbiologia e genetica molecolare alla Harvard Medical School, afferma: “Segnalare le proprietà di un pasto è sicuramente utile, soprattutto a chi soffre di cuore. Bisogna però stare attenti alle indicazioni medico-terapeutiche che rischiano di essere un po’ superficiali”.

Pronte a convertirvi?