La ricerca del peso forma toglie il sonno alle adolescenti

Per dimagrire ci vuole un po' di tempo e di coerenza, non si può non dormire la notte e rovinarsi la salute. Invece, succede così a molte adolescenti.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 17 giugno 2011

La ricerca del peso forma toglie il sonno alle adolescenti

La ricerca disperata del peso forma può diventare patologica. Lo sanno bene numerosi ragazzi che cercano di essere magri a tutti i costi, anche pagando con la salute. A risentirne di più, come sempre, sono le giovani che pur di trovare la linea perfetta non chiudono occhio la notte. A rilevarlo è lo studio presentato a Sleep 2011, meeting in corso a Minneapolis (Usa). La ricerca ha coinvolto quasi 800 ragazzine con un’età media di 12 anni: il 60% bianche, il 26% ispaniche e il 10,5% nere. Le bianche si sono dimostrate le più vulnerabili.

“Finora si sapeva poco su come la pressione sulle adolescenti per ‘contenere’ il peso corporeo influisse sulla salute del sonno. E le conseguenze di questo fenomeno sono ancora poco note”, sottolinea la ricercatrice Katherine Marczy. Secondo gli esperti, perdere il sonno per inseguire una linea da modella è legato anche a un aumento di ansia e depressione tra le ragazzine.

E se dimagrire può togliere il sonno alle ragazzine, il cibo e i disturbi alimentari toccano anche i bambini. La percentuale di ragazzi bulimici potrebbe essere addirittura superiore a quella delle ragazze. A sostenerlo è uno studio condotto in Gran Bretagna e a Taiwan.

Cadono nella trappola della bulimia sono in modo particolare i ragazzi sedentari, che passano molto tempo davanti alla tv e giocando al computer. Lo stile di vita influenza moltissimo l’alimentazione.