Le diete da fare e quelle da evitare

Esistono diete che vanno seguite come la Mediterranea o la TLC, perché tengono basso il colesterolo e proteggono la salute, e diete pericolose, come la Californiana

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 25 gennaio 2012

Le diete da fare e quelle da evitare

Sono molte le diete famose e purtroppo sono numerose quelle che vanno evitate. Prima di tutto, bisogna tenere in considerazione che vanno presi a modello non tanto i regimi alimentari, quanti gli stili alimentari. Per pianificare un programma, soprattutto con l’obiettivo di perdere peso, è meglio andare da un dietologo o da un nutrizionista, invece, se si desidera solo correggere la propria alimentazione, allora è sufficiente capire quali sono le regole di una dieta sana ed equilibrata.

In questo post trovate due diete da fare, che sono quella Mediterranea e la TLC, in entrambi i casi sono due modelli ideali, perfetti per correggere le cattive abitudini e soprattutto per tenere basso il colesterolo. Poi altre due diete, stavolta invece da evitare: la Californiana e la Weight Watchers.

Dieta Mediterranea

È la dieta per eccellenza. Propone, infatti, un regime alimentare molto equilibrato e salutare: si basa sul consumo di tanta frutta e verdura, la carne, massimo due volte a settimana, favorisce invece i piatti a base di proteine vegetali. Il condimento principale deve essere olio extravergine d’oliva a crudo e poi non dove mancare l’acqua (2 litri al giorno). La dieta Mediterranea inoltre sponsorizza uno stile di vita regolare, in assenza di stress, e associato a movimento fisico (possibilmente due o tre ore alla settimana di sport o 30 minuti di camminata diurna).

Dieta TLC

Questa dieta è stata studiata per mantenere bassi i livelli di colesterolo e di recente è stata eletta, con la Mediterranea e la Dieta Dash, tra le miglior diete al mondo. Anche in questo caso si tratta di un modello alimentare che prevede l’assunzione di 10/25 grammi di fibre al giorno. Le calorie invece devono derivare al 15% dalle proteine, 50/60% dai carboidrati, e massimo il 25/30% dai grassi. Seguendo con attenzione queste dosi, secondo gli esperti si può arrivare anche ad assumere circa 200mg di colesterolo in meno al giorno.

La Californiana

La Californiana è una dieta molto nota e si basa sulla qualità degli ingredienti. Non esclude nulla a priori, ma sponsorizza solo il consumo di prodotti eccellenti. La filosofia dunque è: mangiare meglio per mangiare meno. Da una costola di questo regime alimentare, è nata anche la dieta dello Champagne, che durante le feste natalizie aveva spopolato tra le star di Hollywood. La Californiana, inoltre, riduce al minimo le porzioni e punta su alimenti rivitalizzanti, con pochissime calorie.

Weight Watchers

In questo periodo è tornata molto di moda perché Jennifer Hudson ha pubblicato un libro raccontando di aver perso 37 chili con la WW. In realtà non è un regime da consigliare. Idealmente propone un consumo di cibi molto ben bilanciato: si basa, infatti, sull’equa distribuzione dei nutrienti. C’è da dire una cosa che bilanciare non significa dividere in egual misura. Non è una dieta dannosa e si propone come modello alimentare, ma non è realmente efficace.

Per approfondire questo tema, non perdetevi i seguenti articoli:

Dieta TLC, per avere il colesterolo basso

La Dieta Dash è stata incoronata la regina delle diete

Weight Watchers, Jennifer Hudson racconta la sua dieta in un libro

La dieta dello Champagne, per restare in forma anche a Natale