Menu light di Capodanno, gli italiani hanno scelto il made in Italy

Gli italiani hanno optato per un cenone light da un punto di vista economico, ma molto calorico. Si sono affidati ai piatti della tradizione, scartando champagne e caviale a favore di cotechino e spumante.

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 2 gennaio 2012

Menu light di Capodanno, gli italiani hanno scelto il made in Italy

È appena passato Capodanno e gli italiani hanno scelto un menu light. Nonostante i chili di troppo, frutto probabilmente di creme al mascarpone e panettoni, l’ultimo dell’anno è stato leggero, soprattutto in termini economici. Niente caviale e champagne, ma prodotti tipici della cucina italiana, decisamente meno costosi. A raccontare le feste è stata la Cia -Confederazione italiana agricoltori che ha svelato che il 20 percento degli italiani ha organizzato la cena a casa.

La spesa media è stata di 33 euro a persona, mentre meno del 20% sceglierà ristoranti o trattorie. Quali sono stati i piatti che hanno trionfato sulla tavola? Ha vinto la tradizione. In Emilia Romagna i protagonisti sono stati i tortellini, in Piemonte gli agnolotti, in Veneto la polenta e in Lombardia i risotti.

Andando verso Sud, invece, il pesce è stato il Re della serata, accompagnato spesso da primi di pasta fresca, in Toscana, invece, hanno vinto i crostini ai fegatini e la pappa al pomodoro.

Il costume nazionale impone cotechini o zamponi e lenticchie, il tutto accompagnato dalle immancabili bollicine. Come si sa sono di buon augurio, portano soldi e prosperità, anche se fanno decisamente ingrassare. Abbiamo però detto i giorni scorsi che i salumi Igp e Dop sono meno grassi rispetto a qualche anno fa. Ora non resta che mettersi a dieta e tenere controllato il colesterolo.