Obesità e diabete: i turnisti sono più a rischio perché mangiano male

Mangiare male e non seguire pasti regolari aiuta a sviluppare l'obesità e il diabete di tipo 2. Il rischio aumenta se si ha un lavoro sincronizzato in turni: questo è quanto emerso da un nuovo studio condotto in Europa e Usa.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 29 dicembre 2011

Obesità e diabete: i turnisti sono più a rischio perché mangiano male

Obesità e diabete fanno paura ma, come spesso abbiamo ripetuto, sono anche causati da una cattiva alimentazione e quindi si possono prevenire. Da un recente studio è emerso che i turnisti mangiano male e sono maggiormente a rischio. Per questo motivo, obesità e diabete sono diventate delle malattie professionali. Pensate che, secondo quanto racconta ‘Plos Medicine’, in Europa e negli Stati Uniti, tra il 15 e il 20 percento della popolazione attiva consuma una dieta povera e poco equilibrata proprio a causa del lavoro.

Esistono tanti tipi di lavori soggetti a turni, alcuni sono fisici, altri intellettuali, ma il risultato non cambia, soprattutto quando si parla di alimentazione. È emerso infatti un aumento del rischio di diabete di tipo 2 proprio correlato al modello di rotazione delle ore di lavoro. Lo studio è stato svolto sugli infermieri.

Purtroppo chi conduce una vita poco regolare è più soggetto al consumo di ‘junk food’ e ciò provoca un aumento del fattore di rischio per l’obesità e il diabete di tipo 2, due malattie estremamente diffuse in Occidente. Purtroppo non è facile intervenire sui singoli stili di vita, ma sicuramente già fare un’operazione di sensibilizzazione può essere di stimolo.

Il Governo dovrebbe pensare a provvedimenti che puntino a migliorare i comportamenti dei consumatori e adottare azioni specifiche per fare in modo che sia più facile ed economico mangiare sano che non il contrario”, hanno commentato gli esperti.