Obesità, i rischi aumentano bevendo alcol

da , il

    Obesità, i rischi aumentano bevendo alcol

    L’obesità è uno dei problemi più gravi delle nuove generazioni: la società è sempre più grassa e sono in continuo aumento i disturbi di salute che il peso in eccesso comporta. Ma c’è un nuovo elemento da non sottovalutare. Chi beve alcol, oltre che a rischio alcolismo, è anche a rischio obesità: a sostenere il collegamento sono i ricercatori della Washington University School of Medicine di St. Louis (Usa), secondo cui la relazione non dipende dalle calorie assunte dall’organismo attraverso le bevande alcoliche, ma da un altro elemento.

    L’alcol è vero fa ingrassare, ma ciò che preoccupa è come sia cambiata l’alimentazione negli ultimi anni. Gli attuali cibi, diversi da quelli degli anni ’80, avrebbero più presa sui centri di ricompensa del cervello, e nei soggetti già predisposti alle dipendenze. Per capirci, gli alimenti sono più ricchi di grassi, zuccheri, ecc.

    L’associazione tra il rischio di dipendenza da alcol e il rischio obesità è diventata più evidente negli ultimi anni: uomini e donne con una storia familiare di alcolismo avevano una maggiore probabilità di essere obesi nel 2002 rispetto ai membri di un gruppo simile nel 1992.

    Richard Grucza, lo psichiatra che ha guidato lo studio, ha spiegato: “I cibi che si mangiano oggi contengono più calorie degli alimenti che si mangiavano negli anni ’70 e ’80, ma contengono anche un differente tipo di calorie, in particolare una combinazione di zuccheri, sale e grassi che attivano in modo particolare quelli che sono comunemente chiamati i ‘centri della ricompensa nel cervello’”.