Obesità: il 2010 è l’anno della lotta a questo disturbo

da , il

    Il 2010 è l’anno della lotta all’obesità e alle cattive abitudini alimentari: è un problema sempre più diffuso. Proprio ieri vi abbiamo riportato lo studio secondo cui i giovani di oggi avrebbero un’alimentazione totalmente sbagliata: molto meglio quella degli anni sessanta in cui si consumavano cibi più semplici e legati alla dieta mediterranea. Queste abitudini portano all’obesità che non è solo un problema di linea ma anche di salute e di benessere generale. L’obesità infatti porta moltissime patologie, anche gravi: ecco perché, impostare una corretta alimentazione, fin da bambini diventa fondamentale per crescere come adulti consapevoli anche dell’importanza di una corretta attività fisica.

    Le malattie causate dall’obesità possono essere il diabete, i disturbi cardiovascolari e altre patologie legate proprio al troppo grasso.

    Il problema è spesso quello dei genitori che non riescono a dare la giusta educazione alimentare ai propri figli: mamme troppo permissive non fanno che il male dei loro figli. Ce ne rendiamo conto, vedendo quanti bambini sull’orlo dell’obesità ci sono nelle nostre città: chiamandoli “paffutelli” i genitori non si rendono conto del problema che potrà subentrare nei loro figli una volta adulti.

    Rimpinzarli di merendine confezionate e patatine mentre passano il pomeriggio davanti alla televisione è assolutamente pericoloso: non solo per i danni che possono subire immediatamente ma soprattutto per l’incapacità di certi genitori di creare nei loro figli la “cultura del mangiare sano”.

    Evitate quindi le grandi abbuffate, se non magari durante le feste, ma abituate il vostro corpo a assimilare e perciò richiedere la giusta quantità di cibo giornaliera.

    Soprattutto i bambini, devono stare attenti: ovviamente se abituati a spizzicare tutto il giorno arriveranno all’ora dei pasti con poco appetito e svogliati. Un’alimentazione errata li porta anche ad essere distratti, assonnati e con problemi di concentrazione.

    Ricordate poi che, una volta presi molti chili, smaltirli per tornare al peso forma è molto più difficile.