Obesità, mangiare merluzzo e perdere peso

il merluzzo e i suoi derivati (stoccafisso, baccalà) sono alimenti magri e secondo recenti studi contribuirebbero alla perdita di peso durante le diete a basso contenuto calorico.

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 17 marzo 2010

Tante volte abbiamo parlato del merluzzo. È un pesce dal gusto deciso, adatto per tante ricette ed è ricco di proprietà salutari per il nostro organismo. Infatti, ho il piacere oggi di passarvi questa notizia: è nemico dell’obesità. Sì, avete capito bene. Spesso ci interroghiamo su quali alimenti possono essere più adatti per una dieta sana ed equilibrata, soprattutto in caso di sovrappeso evidente. Bene, il merluzzo e i suoi derivati (stoccafisso, baccalà) sono alimenti magri e secondo recenti studi contribuirebbero alla perdita di peso durante le diete a basso contenuto calorico.
A sostenerlo è uno studio islandese della ‘Landspitali University Hospital & Faculty of Food Science and Nutrition’ e dell”University of Iceland’. Ovviamente sono state testate numerose persone per verificare, sotto poste a diversi menù, la reazione del corpo.

Nonostante il contenuto calorico della dieta e la composizione in macronutrienti (proteine, grassi o carboidrati), coloro che hanno assumendo 5 porzioni di pesce la settimana hanno perso significativamente più peso degli altri: 1,7 chili in più rispetto al gruppo che non ne assumeva affatto. Questo dimostra che stare a dieta non significa non mangiare, ma seguire una dieta specifica, adatta alle proprie esigenze. Inoltre, il merluzzo ha una caratteristica. Le sue proteine sono particolarmente sazianti e quindi calmano l’appetito e permettono di mangiare meno.

Foto tratte da
gingerandtomato.com/
elle.it