Perdere peso aiuta la memoria e la concentrazione

Perdere peso aiuta la memoria e la concentrazione e migliora le capacità cognitive: è stato dimostrato da una ricerca condotta dalla Kent State University, negli Usa, pubblicata sulla rivista Surgery for Obesity and Related Diseases.

Pubblicato da Francesca Bottini Lunedì 18 aprile 2011

Perdere peso aiuta la memoria e la concentrazione

Dimagrire e perdere peso, non solo è utile per il nostro fisico ma aiuta anche la memoria e la concentrazione. Lo dimostra anche una ricerca condotta dalla Kent State University, negli Usa, pubblicata sulla rivista Surgery for Obesity and Related Diseases. I soggetti studiati, erano stati sottoposti a chirurgia bariatrica, un intervento che serve a ridurre il grasso corporeo e sono anche stati notati miglioramenti nella memoria e nella concentrazione. Dopo sole 12 settimane dall’operazione i ricercatori hanno notato miglioramenti nelle funzioni cognitive.

Sono state coinvolte nella ricerca circa 150 persone: 109 di queste sono state operate e una seguente analisi delle capacità intellettive, ha mostrato come, perdere peso in poco tempo, portasse anche un miglioramento generale delle capacità e delle prestazioni cognitive.

“Molti dei fattori concomitanti dell’obesità, come la pressione sanguigna alta, il diabete di tipo 2 e le apnee notturne possono danneggiare il cervello ma in maniera reversibile. Questi fattori sono associati alla “cura dell’obesità” e questo potrebbe portare un beneficio per le persone che hanno problemi di memoria e concentrazione” hanno detto i ricercatori.

Si è quindi notata una correlazione molto stretta tra la perdita di peso rapida, con intervento chirurgico, e miglioramento delle capacità cognitive. Anche la capacità di problem solving migliora decisamente, proprio come la situazione del cuore, allontanando il pericolo di malattie cardiovascolari.