Pistacchi: buoni e anti-cancro

da , il

    Il Natale in tantissime case italiane fa rima anche con pistacchi: piccole golosità da sgranocchiare dopo cena o come aperitivo. E in questi giorni giunge anche una buona notizia: I pistacchi non solo sono molto golosi ma fanno anche bene: concorrerebbe infatti nella riduzione del rischio di cancro al polmone e altri tipi di tumore. Questo alimento è infatti ricco di antiossidanti utili anche contro il colesterolo. Lo studio è stato condotto dai ricercatori della Texas Women University (TWU) conferma il grande contenuto di gamma-tocoferolo (vitamina E) dei pistacchi che aiuterebbe nella prevenzione di alcuni tipi di tumore.

    «È noto che la vitamina E offre un grado di protezione contro alcune forme di cancro. Assunzioni superiori di gamma-tocoferolo, una forma di vitamina E, può ridurre il rischio di cancro ai polmoni» sottolinea Ladia M. Hernandez, autrice dello studio.

    Nello studio sono stati coinvolti 36 soggetti sani suddivisi in due gruppi di 18.: i primi hanno seguito una dieta integrata con pistacchi, al secondo gruppo invece una dieta normale.

    Al primo gruppo è stata fatta seguire una dieta con i pistacchi (68 g al giorno), al secondo gruppo di controllo è stata fatta seguire una dieta normale, senza pistacchi.

    Si è così notato un aumento energetico nei soggetti appartenenti al primo gruppo: «Una dieta ricca di pistacchi potrebbe contribuire a ridurre il rischio di altri tumori in via di sviluppo. Poiché gli studi epidemiologici suggeriscono che il gamma-tocoferolo è protettivo contro il cancro alla prostata, l’assunzione di pistacchi può aiutare. Altri cibi che sono una ricca fonte di gamma-tocoferolo includono frutta a guscio come arachidi, noci pecan, noci, semi di soia e olio di mais» conclude la Hernandez.