Quiche ai carciofi, ricetta light

In questo articolo vi spieghiamo come preparare una versione light della quiche con carciofi e il latte al posto del formaggio supercalorico.

Pubblicato da Valentina Mendola Venerdì 8 aprile 2016

Quiche ai carciofi, ricetta light

La quiche è una torta salata tipica della cucina francese, che prevede la preparazione della pasta sfoglia con un ripieno di verdure e formaggio. In questo articolo vi spieghiamo come preparare una versione light con carciofi e il latte al posto del formaggio supercalorico.

Il carciofo è una pianta erbacea che appartiene ad un genere che conta solo 8 specie diverse.
Può raggiungere fino a 2 metri di altezza, ha foglie grandi di colore verde e grossi fiori di colore lilla intenso, bellissimi e molto coreografici spesso vengono utilizzati per sofisticate composizioni floreali.
Troviamo le coltivazioni di carciofi in tutta l’Europa Mediterranea e nell’Africa boreale, in quanto è una pianta che esige temperature alte e terreni profondi e ricchi.
Apprezzato dagli antichi Egizi e i Romani, il carciofo è una fonte di importanti sostanze nutritive.
Le foglie e le radici del carciofo si utilizzano solo dopo essere state essiccate, mentre i capolini si consumano freschi, crudi o cotti.
Il carciofo spicca per le sue proprietà diuretiche e depurative.

Ricco di sodio, potassio, calcio, fosforo e ferro, il carciofo è un concentrato di sali minerali e oligoelementi fondamentali.
Per godere appieno dei benefici del carciofo, è meglio consumarlo a crudo, in quanto il principio fondamentale in esso contenuto, che stimola la diuresi e depura l’organismo, si perde con la cottura.
Un infuso a base di foglie di carciofo viene utilizzato contro la gotta, l’arteriosclerosi e i dolori dell’artrite, inoltre abbassa il livello di colesterolo nel sangue.
Ad uso esterno, il decotto si rivela utile per purificare e tonificare la pelle del viso con dei semplici impacchi.
I carciofi sono ottimi consumati crudi, tagliati molto sottili con scaglie di grana e insaporiti con olio e limone, oppure ripieni e arricchiti di erbe aromatiche come la mentuccia, il prezzemolo e l’aglio oppure i la classica preparazione “alla giudea”, un po’ proibitiva durante una dieta in quanto vengono fritti.
Se state pensando di intraprendere una dieta depurativa, il carciofo può aiutarvi: dovete consumare 300gr di carciofi crudi al giorno e bere una tazza di infuso ogni mattina per una settimana, il risultato è assicurato!
Il carciofo favorisce anche la digestione, per questo spesso lo troviamo nella preparazione di liquori e amari.

Calorie per porz.: 190

Ingredienti: per 4/6 pers.

100gr di pasta sfoglia integrale o vegana
4 cuori di carciofo
2 spicchi d’aglio
2 cucchiai di olio evo
120ml di latte parzialmente scremato
1 cucchiaio di formaggio grattugiato
sale e pepe

Preparazione

1. Tagliate i cuori dei carciofi a metà, elimina la barbetta all’interno e tagliateli ancora in quarti.
2. Sbucciate l’aglio e fatelo rosolare in una padella antiaderente con l’olio evo.
3. Aggiungete i carciofi, aggiustate di sale e di pepe e fateli saltare qualche minuto.
4. Successivamente ricopriteli di acqua e lasciateli cuocere fino a che non si ammorbidiscono.
5. A metà cottura aggiungete il latte e continuare a cuocere fino a che non si sarà creata una salsa non troppo densa.
6. Scaldate il forno a 180C°.
7. Stendete la pasta sfoglia in una teglia rotonda, versate i carciofi e spolverate con il formaggio grattugiato. Richiudete i bordi all’interno.
8. Cuocete in forno per 25-30 minuti, finchè la pasta sfoglia non sarà ben dorata.