Ravioli al vapore, ricetta etnica leggera

I ravioli al vapore sono un intramontabile classico della cucina cinese. La cottura a vapore conferisce agli alimenti un sapore unico, senza privarli delle loro sostanze nutritive.

Pubblicato da Valentina Mendola Martedì 19 novembre 2013

Ravioli al vapore, ricetta etnica leggera

I ravioli al vapore, Jiaozi in lingua originale, sono una ricetta classica della cucina cinese. Carne di maiale o pesce e verdure avvolta in una leggera pasta e cotta delicatamente al vapore per conferire un sapore unico e una cottura leggera: un antipasto sfizioso e veloce da preparare. La cucina tradizionale cinese risale all’antica età della pietra, come è emerso da ritrovamenti archeologici di coltivazioni di riso.

L’arte della cucina cinese, a differenza di come si può credere, non è per niente complicata, anzi, è davvero alla portata di tutti (o quasi!). I suoi metodi di cottura sono essenziali e non richiedono particolari attrezzature. Uno degli ingredienti più diffusi nella cucina tradizionale cinese è proprio il maiale, cucinato in diversi modi. La chiave della cucina cinese classica, è la semplicità, data, appunto, dalle sue cotture facili e genuine. Uno dei metodi tradizionali, è la cottura a vapore. Sana, semplice e naturale, la cottura a vapore costituisce un enorme vantaggio per la salute. Non solo perchè non ha bisogno di oli o grassi di vario genere, ma perchè in questo modo tutte le proprietà dell’alimento, come sali minerali e vitamine, rimango intatte. Quindi, avrai un alimento cotto alla perfezione e non privato delle sue sostanze nutritive, ma anche dietetico in quanto privo di grassi “cattivi”. Inoltre, la cottura a vapore mantiene perfettamente i sapori dell’alimento che si sta preparando. Esistono diversi tipi di vaporiere, ma la migliore in assoluto è quella in bamboo, facilmente reperibile con un costo a portata di tutte le tasche.

Calorie per porz.: 50

Ingredienti: per 20 ravioli

Per la pasta:
200gr di farina 00 Bio
50gr di farina di riso
150ml di acqua temp. ambiente
1 pizzico di sale

Per i ripieni:
50gr di gamberi sgusciati tritati
100gr di trita di suino
2 carote medie
1 zucchina grossa
1 cipolla
olio d’oliva
sale q.b.

Preparazione

1. Impasta per bene le farine con l’acqua e il sale. Forma una palla morbida ed omogenea e metti a riposare in frigorifero per 30 min.
2. Prepara i ripieni: passa le verdure in un tritatutto. Fai cuocere 10 min. in una padella antiaderente con un filo d’olio e un pizzico di sale. Dividi la porzione a metà e metti da parte.
3. Nella padella con un filo d’olio, fate cuocere la carne trita corretta di sale e pepe per circa 10 min., controlla la cottura in ogni caso, poi unisci alla metà delle verdure cotte in precedenza.
4. In un altra padella, fai cuocere i gamberi sminuzzati precedentemente per circa 5 min. Unisci alle restanti verdure.
5. Tira fuori la pasta dal frigo, stendila molto sottile e con un coppa pasta (o un bicchiere) taglia dei cerchi di circa 8 cm.
6. Riempi il centro del cerchio con un cucchiaio di ripieno di carne o di gamberi.
7. Mette a bollire una pentola d’acqua e disponi sopra la vaporiera foderata con dell’alluminio. Assicurati che i ravioli nella vaporiera non siano attaccati l’uno all’altro e cuoci per 12-15 min.