Sushi vegetariano: il frushi

Per alcuni il sushi è una pietanza no, per loro e per i vegetariani in america hanno inventato il frushi, il sushi a abse di riso e frutta. Il riso viene bollito e amalgamato con latte di cocco e zucchero. poi accompagnato alla frutta e allo yogourt naturale

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 6 luglio 2009

La sushi mania è diventata una dipendenza per moltissime persone, soprattutto nelle grandi città impazzano take away, aperitivi in pescheria, banchi del sushi nei supermercati affinché ovunque tu lo voglia, possa trovare bocconcini di pesce crudo. Non a tutti piace. Direi ormai una minoranza, ma qualcuno ancora si difende tra chi è vegetariano e chi è spaventato dalla crudità.
Non mangiare sushi talvolta è quasi imbarazzanti, perché vanno tutti così pazzi per questi bocconcini pittoreschi (perché sono preparati anche con gusto estetico) che ammettere che non fanno per noi è poco elegante. Ora c’è una soluzione anche per queste persone, che tra l’altro possono vantare di essere estremamente chic.

Si chiama frushi, arriva dagli Usa, ed è il sushi vegetariano a base di frutta e riso. Molto piacevole e rinfrescante, ha gusto delicato ed è un modo per eliminare il pesce crudo (che non so se ve ne siete accorti, ma puzza pure).

Il riso viene fatto bollire e mescolato in zucchero e latte di cocco e poi avvolto in palline come nel classico sushi. Al centro si inseriscono pezzetti di frutta a piacere: ribes, fragole, frutti di bosco, ecc. Non è finita, la presentazione avviene in una coppetta con dello yogurt bianco. E’ pasto completo, anche se al gusto per noi è più adatto come dolce.