Troppe calorie nei piatti degli americani

I piatti degli americani sono enormi e di conseguenza sono molto calorici. In 30 anni si consumano 500 calorie in più al giorno.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 30 giugno 2011

Troppe calorie nei piatti degli americani

Il consumo di calorie è decisamente aumentato e gli americani hanno messo l’accento sulle loro enormi porzioni. Sono stati i ricercatori della University of North Carolina (Usa) in uno studio pubblicato su Plos Medicine, a sottolineare il problema: le persone continuano a prendere peso, ma non si fa abbastanza per aiutare la gente a seguire un’alimentazione controllata. I primissimi problemi sono le porzioni dei cibi e il consumo di snack e spuntini spezza-fame. Ma entriamo meglio nel dettaglio e ci accorgeremo che non c’è bisogno di essere nati dall’altra parte dell’Oceano per sentirsi toccati da tutto ciò.

Negli ultimi 30 anni i dati sull’obesità sono davvero impressionanti: sono aumentati ovunque e solo negli Usa un terzo degli adulti – oltre 72 milioni di persone – è classificato come obeso, poi ci sono quelli in sovrappeso.

Gli studiosi hanno riscontrato che l’assunzione media di calorie giornaliere di un cittadino adulto statunitense è aumentato da 1.803 kcal nel 1977-78 a 2.374 kcal nel 2003-06. Insomma, sono 500 calorie in più.

Pensate che solo negli ultimi 10 anni le persone prendono 229 calorie in più al giorno. Non è una cosa complicata basta mangiare due snack al cioccolato e bere una bibita gassata. Si mangia troppo e spesso per ingannare la noia, non certamente perché si ha fame.