Verdure, perché i broccoli proteggono dal tumore?

I broccoli proteggono dal tumore. Perchè? Uno studio svela le proprietà di questa verdura miracolosa.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 28 gennaio 2011

Verdure, perché i broccoli proteggono dal tumore?

Molte verdure hanno delle importanti proprietà per conservare la salute da malattie molto pericolose, come il tumore. La famiglia delle crucifere è tra queste, ma perché broccoli, cavolfiori e cavoletti di Bruxelles sono in grado di prevenire l’insorgere del cancro. Hanno cercato di spiegarlo gli scienziati della Georgetown University di Washington (Usa), descrivendo il meccanismo con cui agiscono gli isotiocianati, ovvero le sostanze naturali contenute da queste verdure. Vediamo insieme cosa hanno scoperto.

Intanto bisogna partire da un dato scientifico: se il gene p53 (tra i più importanti del Dna) muta, i tessuti crescono in modo abnorme e incontrollato. I Broccoli agiscono direttamente su questo gene, almeno questa è la teoria del gruppo di ricercatori.

Gli scienziati si sono accorti, durante la ricerca, che gli elementi vegetali bloccano la produzione della proteina alterata “espressa” del gene, lasciando in attività la proteina “sana”. Ecco quindi che broccoli e cavolfiori diventano davvero importantissimi.

C’è un altro studio interessante, realizzato dell’università di Southhampton, in Gran Bretagna, in cui si conferma questa tesi, analizzando il crescione, un tipo di crucifera abbastanza noto. Hanno scoperto che sei ore dopo che le donne avevano consumato foglie di crescione mostravano una riduzione della proteina 4E, legata allo sviluppo dei tumore. Voglio dire, solo 6 ore dopo, è tantissimo.