Vitamine e integratori: come conservarli al meglio

da , il

    Vitamine e integratori: come conservarli al meglio

    Vitamine e integratori sono fondamentali per la nostro dieta: ma siete sicure di sapere davvero come conservarli? Se solitamente non leggete le indicazioni di conservazione del prodotto sull’etichetta, in questo caso sarebbe meglio farlo! Le vitamine infatti vanno sempre conservate in un luogo fresco e asciutto perché se conservate male potrebbero degradarsi e perdere i loro poteri. Lo sottolineano anche i ricercatori della Purdue University, che dopo un attento studio hanno concluso che “Le vitamine degradate non fanno male, ma sono inutili”.

    La degradazione delle vitamine si chiama deliquescenza ed è un fenomeno che può anche verificasi sugli scaffali della cucina o nel mobiletto del bagno. Lo sottolinea la ricercatrice Lisa Mauer, docente di scienza degli alimenti alla Purdue University e responsabile dello studio che ha verificato come spesso le vitamine tendano a deliquescere anche a temperatura ambiente.

    Per far degenerare alcune vitamine non sere esporle all’umidità per molto tempo, bastano anche poche ore: «Se riportiamo temperatura e umidità in condizioni normali i cristalli solidificano, ma ormai il danno è fatto: le alterazioni chimiche sono irreversibili e non si ottiene una “buona” vitamina C semplicemente tornando allo stato solido. Dipende dalle formulazioni, dalle condizioni ambientali; ma esiste un rischio concreto di perdere completamente il contenuto di vitamina C nel giro di una settimana, se il prodotto non è conservato correttamente. Non serve neanche chiudere bene il tappo, nel caso delle boccette, perché aprirle e chiuderle cambia l’aria all’interno: ogni volta che le apriamo in bagno, ad esempio, entra nell’atmosfera del barattolo una piccola quantità di umidità in più» sottolinea la studiosa.

    Che fare allora? La cosa migliore sarebbe conservare le vitamine in un luogo dove non possono verificarsi sbalzi di umidità.