Zuccheri della frutta, attenzione alla linea

Fruttosio e lattosio sono due zuccheri che mettono a rischio la linea. Attenzione quindi a mangiare troppa frutta

Pubblicato da Valentina Morosini Sabato 20 novembre 2010

Zuccheri della frutta, attenzione alla linea

Bisogna stare molto attenti agli zuccheri della frutta. Spesso nelle diete viene consigliato di mangiare tanta frutta e verdura. In realtà dovrebbe essere soprattutto la verdura e possibilmente cotta in modo leggero. Pensate che circa 100 grammi di glucosio e di fruttosio hanno un apporto calorico di circa 400 calorie. Ecco quindi che potete ben capire quanto possano mettere a rischio la linea. Ad analizzare questa tematica è stato Peter Havel della Davis University della California che ha promosso uno studio per verificare le reali conseguenze derivanti dall’assunzione di questo tipo di zuccheri.

Lo studio ha coinvolto 33 persone in sovrappeso, per circa dieci settimane. I volontari hanno seguito un piano nutrizionale in cui il 25% delle calorie giornaliere doveva provenire dal fruttosio (per il primo gruppo) o dal glucosio (per il secondo gruppo). Nell’arco delle dieci settimane, entrambi i gruppi hanno riportato un aumento medio di 1,5 chilogrammi a persona, accumulando soprattutto sul giro vita.

Il grasso addominale è pericoloso perché aumenta il rischio di diabete, di attacchi cardiaci ed è uno dei primi segni della sindrome metabolica. Poi c’è stato un secondo studio, in cui si è cercato di verificare gli effetti dell’assunzione di zuccheri durante un pasto sui valori del sangue.

In questo caso i volontari sono stati divisi in 4 gruppi e per ognuno di questi il 25% del fabbisogno energetico giornaliero veniva coperto dal fruttosio, dal glucosio, dallo zucchero che si usa in casa o dallo sciroppo. I livelli di grasso nel sangue è cresciuto in tutti i casi, eccezion fatta per il gruppo che aveva consumato glucosio.